Palazzo Comunale | Fauglia (PI)

L’edificio di impianto ottocentesco è opera dell’Architetto A. Conti, è stato realizzato nella metà del secolo XIX, così come la chiesa posta in piazza San Lorenzo .
Prima di dar luogo alla fase  progettuale  sono state eseguite alcune operazioni sul posto, tra queste l’ elaborazione della documentazione fotografica di tutte le facciate compresi i dettagli architettonici ed il rilievo strumentale laser di tutte le facciate con successiva ricostruzione al computer che ha consentito di avere un’elevata precisione del rilievo stesso.
Il rilievo laser ha permesso, insieme alla documentazione fotografica, di ricostruire con precisione, l’analisi del degrado delle facciate, necessaria per la successiva fase di individuazione degli interventi.
Il progetto mira al restauro globale delle facciate del palazzo comunale, eliminando tutte le superfetazioni che sono state apportate nel corso degli anni oltre a riqualificare lo spazio retrostante dell’edificio, spazio attualmente in stato di fatiscenza ed utilizzato come spazio di deposito del cantiere adiacente ed in parte a parcheggio per i mezzi comunali.
INFO PROGETTO

Indirizzo
Piazza Trento e Trieste – Fauglia (PI)

Committente
Amministrazione Comunale di Fauglia

Progetto
2007

Realizzazione
2010

Per questo spazio il progetto prevede la sistemazione dell’area mediante nuova pavimentazione in pietra a lastre, la realizzazione di una struttura di copertura in acciaio verniciato e sovrastanti lastre stratificate, la cui funzione è quella di creare uno spazio coperto –aperto con funzione di cerniera tra i 3 ingressi esistenti e allo stesso tempo avere una funzione di atrio per il futuro museo della collezione Kienerk.
Sulla parte estrema della piazza sarà posizionata una scultura  con funzione di seduta, la forma è un omaggio ad uno dei pittori locali e precisamente ad Enrico Sirello, artista livornese.
L’ intera piazza sarà opportunamente illuminata in parte con proiettori incassati nel pavimento , così come già realizzato sul fronte principale del palazzo, in parte con faretti incassati nel muro in pietra, infine con proiettori ricalati e posizionati sull’intradosso della struttura di copertura in vetro.
Particolare attenzione sarà posta per la panchina-scultura, che sarà illuminata con sistema continuo a luci led.

Related Works